Benefici dell’outsorcing
  • Plug and play: attivazione immediata (time to market) dei piani commerciali e strategici della Compagnia (tipicamente contesti di start-up quali NewCo, Bancassurance, nuovi rami…);
  • Crescita «organica», senza la necessità di dover perseguire lo sviluppo in modo disordinato, arrivando a inevitabili fattori di degrado quali l’abbassamento della qualità del personale, l’abbassamento della qualità del servizio, …;
  • Flessibilità organizzativo/operativa: libertà di perseguire in qualsiasi momento gli obiettivi commerciali e di sviluppo della Compagnia, senza i vincoli tipici delle strutture interne (creazione, dismissione);
  • PAY per USE: tariffa gestionale sempre allineata allo sviluppo/contrazione commerciale;
  • PAY per USE: costi preventivabili;
  • PAY per USE: minimizzazione degli interventi di start-up, con un immediato ritorno;
  • Rapporto contrattuale flessibile: collaborazione professionale con durata predefinita, facilmente rescindibile (evitando costi fissi di struttura);
  • Specializzazione della Compagnia sulle proprie best practices, e senza la necessità di dover perseguire lo sviluppo in modo disordinato e disorganico (arrivando a inevitabili fattori di degrado quali l’abbassamento della qualità del personale, l’abbassamento della qualità del servizio, …);
  • Benchmarking «in continuo»: permette di monitorare in continuo le performance tecniche (velocità, costo medio, …) e di servizio (reclami, customer satisfaction, …) confrontando i propri indicatori con quelli del Provider, individuando i gap e le aree di miglioramento/intervento;
  • Ricorso ad un Sistema sinistri allineato alle best practices: in attesa della realizzazione eventuale del proprio sistema custom, abilitante da subito i benefici economici e di servizio connaturati nell’utilizzo di un Sistema sinistri eccellente, minimizzando i costi di start up (costo a canone).